Grafici della massiccia scala del cloud digitale

Grafici della massiccia scala del cloud digitale

Grafici della massiccia scala del cloud digitale

Il cloud computing continua ad essere in aumento, e per una buona ragione. Ha trasformato la nostra esperienza digitale in molti modi, dal modo in cui memorizziamo i dati al modo in cui condividiamo le informazioni online con gli altri.

La crescita dei servizi cloud non mostra segni di rallentamento, in particolare nell’ambito dell’archiviazione dei dati: entro il 2025, quasi la metà dei dati archiviati nel mondo risiederà in ambienti cloud pubblici. Eppure, nonostante la sua crescente popolarità tra i consumatori e le imprese, le persone capiscono davvero cosa comporta pienamente il cloud? O meglio ancora, che cosa il cloud è anche?

L’infografica di oggi di Raconteur offre una panoramica del panorama del cloud computing in rapida evoluzione, mostrando la crescita del settore e la sua evoluzione su scala. Si tocca anche ciò che è il prossimo per il cloud.

Che cos’è il cloud computing?
In parole povere, il cloud computing è una rete di server remoti che offre ai clienti una serie di offerte, tra cui archiviazione dei dati, potenza di elaborazione e app. Di solito viene consegnato in base al pay-per-use.

Il cloud computing può essere suddiviso in tre categorie:

Infrastructure-as-a-Service (IaaS): servizi di elaborazione virtuali che le aziende possono utilizzare su Internet. IaaS consente alle aziende di aumentare le risorse quando necessario e di pagare per ciò che usano. Microsoft Azure e Amazon Web Services sono entrambi esempi di IaaS.
Piattaforma come-servizio (PaaS): come IaaS, PaaS utilizza l’infrastruttura remota, ma include un ulteriore livello offrendo strumenti che gli sviluppatori utilizzano per creare applicazioni. Esempi di PaaS in azione includono Google App Engine o OpenShift.
Software-as-a-Service (Saas): la distribuzione di app tramite server remoti. Questo è il tipo di cloud computing con cui la maggior parte degli utenti ha familiarità. Alcuni esempi sono Dropbox e Google Apps.
Il cloud computing ha i suoi ostacoli, come i rischi per la sicurezza e la privacy. Tuttavia, il cloud continua a attirare i consumatori offrendo un nuovo livello di accessibilità alla loro esperienza online.

Questa accessibilità ha anche drasticamente cambiato il mondo del lavoro. Il cloud consente agli utenti di accedere ai server aziendali da qualsiasi luogo a livello globale e di condividere rapidamente documenti e informazioni con i colleghi. Per questo motivo, è diventato una parte fondamentale del lavoro remoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *